Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Lettera a zia Cicci

Cara zia Cicci, eccoci di nuovo al 31 maggio. Il nostro 31 maggio. E' ormai una consuetudine, un appuntamento irrinunciabile. Anche se credo che tu non possa sentirmi. Il mio agnosticismo si sta radicando sempre di più e sempre di più sono convinto che dopo questa vita nulla ci sia ad aspettarci. Sarà anche per questo che non ho più alcuna aspettativa: sto tentando di imparare a vivere giornalmente, senza alcuna progettualità. Dirai che è un quadro desolante e non sarò certo io a volerti contraddire. Con la vecchiaia sto diventando sempre più fragile. La forza di volontà è stata frantumata da un'esistenza difficile che si è divertita a farmi sbalzare da vette infinite a depressioni ben più profonde del livello del mare. No la colpa non è di Andrea, anche se la preoccupazione è tanta. Quando è sereno la mia vita si colora. Lui mi da tanto e non solo a me. Anche se a volte ho l'impressione di accorgermene solo io. Meriterebbe più comprensione, non c'è nulla di male in u…

Lalo

Walter Petron nasce a Padova nel 1918, l'anno della fine della prima guerra mondiale. Un anno fausto dunque, doppiamente per la famiglia Petron che vede nascere un bel pupo biondo, dagli occhi chiari e dai tratti gentili. Ancora non lo sa Walter, ma la guerra, nel bene e nel male, scandirà le fasi della sua vita. Come tutti i ragazzi s'innamora del gioco del calcio, solo che lui è diverso dai suoi compagni, dimostra subito di avere una grande dimestichezza col pallone. Tutti vogliono "Lalo" in squadra, il biondino che incanta con la sua leggerezza ed il suo tocco preciso, che segna ma soprattutto fa segnare anche i più scarsi, quelli che vengono messi davanti al portiere affinché possano far meno danni possibile. Il ragazzo viene notato dagli osservatori del Padova che lo assoldano nella squadra allora militante nel campionato di Serie C. A soli diciassette anni viene fatto esordire con la prima squadra. Dieci presenze ed un gol, allo stadio Appiani, che sancisce la…