Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

Ruggero il grande.

Quarant'anni fa, il 17 ottobre del 1974, se ne andava da questa vita mio nonno. Era ancora giovane dal punto di vista anagrafico, 69 anni, ma era assai malandato per colpa di quel maledetto diabete che minaccia da generazioni tanti componenti della sua genia. Eravamo assai diversi. Lui estroverso, amante delle feste paesane e del convivio. Laziale fino al midollo e fascista convinto (ma con la tessera della DC). Accanito fumatore di nazionali senza filtro, giocatore di biliardo e discreto cacciatore.  Era di una generosità eccezionale. Quando morì, mia nonna si accorse che mancavano parecchi soldi sul conto corrente: nonno non negava un aiuto a chi aveva bisogno e spesso si dimenticava di chiedere indietro le somme prestate. Si commuoveva facilmente e molti se ne sono approfittati. Dell'ultimo prestito non ne sapemmo più nulla né la banca volle dirci a chi nonno aveva dato la somma di denaro. Il direttore, un caro amico di nonno, ci disse solo di guardarci attorno, segno evid…