Questo blog è dedicato alla professoressa di letteratura italiana e latina, Loredana Rossi Molinaro, donna di grandissima cultura ed infinita umanità.

31/12/07

O Dini o morte!

Il metodo usato dall'antipaticissimo Dini per portare avanti le proprie idee programmatiche è assolutamente inaccettabile. Forte (o debole) del fatto che basta lo spostamento di un senatore per far cadere il governo, ha posto un diktat ricattatorio al morituro governo Prodi. E' un doppio errore quello dell'ex premier: in primis perché si è attirato l'odio di tutto il paese, sia della fazione di centrodestra che di quella del centrosinistra. In secundis perché ha distolto l'attenzione dal merito al metodo: tutti odiano Dini e nessuno conosce i suoi famigerati sette punti. E questo è il danno più grave perché le questioni poste da Dini meriterebbero una grande attenzione e, comunque, un dibattito politico aperto.
Il senator Lamberto chiede la diminuzione della spesa pubblica attraverso la eliminazione delle inutili e costosissime provincie. E' significativo come la ribellione a questa proposta venga dalla mucillagine dei partitucoli di destra e sinistra: le provincie, proprio per la loro inutilità, vengono affidate ai "due di briscola", agli alleati piccoli di numero e di idee, come contentino economico al loro appoggio elettorale. Ed il lavoratore dipendente paga queste prebende con la propria busta paga.
Viene chiesta anche la rinuncia alle centinaia di programmi inconcludenti che investono il meridione e che sono soltanto un metodo legalizzato di riscossione di tangenti da parte del sottobosco politico del sud Italia. Era su queste cose che il giudice De Magistris si era concentrato ma l'ineffabile Mastellik ha provveduto a renderlo inoffensivo.
Si propone anche il ridimensionamento del ruolo della politica nella gestione della sanità pubblica: anche gli ospedali e le ASL sono un serbatoio di soldi che rientrano nelle tasche dei partiti in maniera legale. Ecco perché i "dirigenti" delle strutture sanitarie sono strettamente legati ai partiti e nessun partito, di destra e di sinistra, si sognerebbe mai di sostituire questi burocrati di apparato con dei manager bravi, onesti e magari anche laureati in medicina.
Io aggiungerei un ottavo punto: l'obbligo di rispetto del mandato da parte dei politici affinché a nessun politico sia consentito di essere eletto con i voti del centrosinistra e poi schierarsi col centrodestra e viceversa. Si eviterebbe così il penoso teatrino del mercato dei senatori, pagati un tanto al chilo come alla fiera dei buoi. Chissà se il senatore Lamberto Dini sarebbe d'accordo.

13/12/07

Adios, companeros!

Oggi ai funerali degli operai torinesi deceduti mentre lavoravano nella fabbrica della TyssenKrupp sarà sicuramente presente una nutrita delegazione di personalità politiche locali e nazionali. Indosseranno la faccia da funerale, cercheranno di mettersi seduti accanto ai familiari e in posti ben coperti dalle telecamere e dalle macchine fotografiche. Questi eterni farisei contano sulla smemoratezza delle persone, sul fatto che la gente ha dimenticato che la stragrande maggioranza di questi galantuomini ha votato in Parlamento a favore dell'indulto e che tra i reati compresi in questa bonifica è compresa la pena di omessa sicurezza nei luoghi di lavoro. In parole povere chi ha contribuito a minare la sicurezza del luogo di lavoro, mettendo a repentaglio la vita degli operai e dei lavoratori, non si farà nemmeno un giorno di carcere se questo reato è stato commesso nel 2006.
Con che coraggio questi signori si rivolgeranno alle vedove, ai figli delle vittime? In nome di chi parleranno: del popolo italiano che indegnamente rappresentano o in nome delle loro prebende e cadreghini? Se queste parole sono l'esemplificazione dell'"antipolitica" ebbene allora sono orgoglioso di appartenere ad una categoria antitetica a quella frequentata da Berlusconi, D'Alema, Casini, Fini e compagnia cantando.
Quando, fra trecento anni, i ragazzi leggeranno sui libri di scuola le sorti del nostro paese all'inzio del terzo millennio, increduli alzeranno lo sguardo, come oggi facciamo noi quando pensiamo alle condizioni di vita durante il feudalesimo ed il medioevo.
E ringrazieranno quei pochi che oggi hanno il coraggio di uscire dal coro gaudente del partito democratico e del popolo di Berlusconi, dalle colonne codarde ed infami che infauste ci conducono all'abisso dell'etica.

29/11/07

Le caste

Sono d'accordo con l'amico Gianfranco Memmi sul fatto che in Italia non esiste "la casta", ma un numero infinito di lobby e corporazioni che strangolano il nostro paese.
Basta guardare quello che i conducenti di taxi, detti a Roma "tassinari", stanno facendo nella capitale. E qui ti rendi conto come esistano due polizie e due magistrature. Una è inflessibile e durissima quando a protestare sono i deboli, gli ultimi e comunque quelli che rivendicano diritti fondamentali dell'umanità che nel nostro paese vengono spacciati come gentili concessioni, come il diritto al lavoro, allo studio ed alla salute. Poi esiste un'altra polizia, che sta a guardare mentre un gruppo di incivili che dovrebbero fornire un servizio pubblico blocca un intera città senza alcun preavviso, che non interviene mentre quindici "black block" devastano Genova e carica un ostello pieno di gente che dorme pacificamente.
Esiste una magistratura che scippa De Magistris e mette sotto inchiesta la Forleo mentre ce ne è un'altra che chiude due occhi sulle pressioni della politica nei confronti del mercato, delle società per azioni quotate in borsa e delle banche.
Stiamo diventando un paese di schizofrenici, oltre che un paese di merda.

22/11/07

La bella addormentata nel sottobosco

Gli anni passano e, ahimè, sono sempre più convinto che in Italia la verità non viene quasi mai a galla per l'opera di giornalisti coraggiosi ed onesti, di magistrati integerrimi e di forze di polizia intraprendenti ed al servizio del cittadino.
Spesso le cose si sanno a causa di guerre intestine tra i poteri forti ed occulti che governano il paese e lo ricattano sistematicamente.
Non occorreva essere attenti politologi per intuire che un grosso problema riguardante la libertà d'informazione sarebbe sopraggiunto il giorno in cui Berlusconi avesse vinto le elezioni. Il cavaliere non si occupa di beneficenza, o almeno si limita a farla agli amici dei suoi amici. Berlusconi è il titolare di Mediaset, uno dei due attori principali che si occupano di televisione via etere. L'altro è la RAI il cui azionista di riferimento, dopo la promulgazione della legge "Gasparri", è il governo. Anche un marziano avrebbe capito che, con Berlusconi al governo, tutta la televisione non a pagamento sarebbe confluita nelle mani della azienda di Arcore e che questo avrebbe messo a repentaglio la libertà di stampa e di scelta da parte dei telespettatori. Senza contare che tutto il mercato degli introiti pubblicitari sarebbe confluito nelle mani della stessa persona, azienda e partito.
Tutto questo era noto a tutti ma le intercettazioni telefoniche escono fuori solamente adesso ed è difficile non pensare che siano una "polpetta avvelenata" che gli ex alleati di Berlusconi abbiano messo in circolazione a scopo di avvertimento: "Caro Silvio, stai attento. Se ci abbandoni spifferiamo ai giornali tutti gli inciuci che hai commesso". Insomma un "Muoia Sansone con tutti i filistei".
Non è la prima volta che le verità affiorano per la lotta tra gli avvoltoi che stanno scarnificando la carcassa della nostra nazione. L'ex governatore Fazio non è stato sputtanato e costretto alle dimissioni dalla politica o dagli organi inquirenti, ma da Geronzi: l'ex capo di Capitalia, ora "conducador" di Mediobanca, non vedeva di buon occhio la scalata alle banche dei furbetti del quartierino.
"Mani Pulite" è esplosa l'indomani della caduta del muro di Berlino e della fine degli accordi di Yalta sulla spartizione dell'Europa tra USA ed URSS. La costosissima e corrotta classe politica italiana, foraggiata dalla CIA e dal KGB per vigilare sul mantenimento dello status quo, era diventata imbarazzante ed inutile: occorreva sbarazzarsene presto e senza dare nell'occhio.
Speriamo che Mafia, Camorra e "Sacra Corona Unita" smettano di andare d'amore e d'accordo e prendano esempio dai loro mandanti: finché c'è guerra c'è speranza.

20/11/07

Das Grosse Inciucen

Ma è poi così vero che il cavalier Berlusconi ha spiazzato tutti con la fondazione del suo nuovo partito? In realtà si sta consumando l'epilogo di quel "Die Grosse inciucen" che è iniziato oltre dieci anni fa, al tempo della bicamerale D'Alema-Berlusconi. Giova ricordare, per i più smemorati, che la bicamerale fu fortemente voluta dall'attuale ministro degli esteri non per trovare una soluzione all'enorme problema del conflitto di interessi che la discesa in campo di Berlusconi ha creato, ma per preparare, con i tempi ed i modi debiti, una repubblica presidenziale bi-partitica. Insomma una polpetta avvelenata all'estrema destra ed alla sinistra radicale, ma anche ai reduci centristi della Democrazia Cristiana.
Ci sono voluti quasi quindici anni, ma alla fine ed in perfetta sincronia, sorgono il Partito Democratico di D'Alema, pardon, di Veltroni e il partito della Libertà, pardon, di Berlusconi. Sono più che convinto che il vecchio che avanza troverà un accordo sulla nuova legge elettorale. Spero che non sia un sistema proporzionale con sbarramento al 4% alla "tedesca": renderebbe il paese ingovernabile ne più ne meno di come è adesso.
Al di là delle proprie convinzioni politiche, per rendere più stabile in nostro sistema politico occorrerebbe introdurre al sistema proporzionale, oltre che uno sbarramento più grande del 4%, un premio di maggioranza, attorno al 15-20%; oppure adottare il sistema maggioritario con doppio turno "alla francese".
Ma entrambe le soluzioni sono osteggiate dalle compagini politiche di piccole dimensioni, che verrebbero spazzate via dal panorama elettorale. Tali partiti rivestono un'importanza fondamentale nelle questioni costituzionali, poichè il nostro ordinamento giuridico prevede che la Costituzione deve essere modificata con una maggioranza pari ad almeno due terzi dei seggi.
Vinceranno, come sempre accade nella nostra Italietta, gli accordi sotto banco, la campagna acquisti di deputati e senatori e, soprattutto, il caos organizzato. Perché nella confusione le lobbies, i parassiti ed i professionisti della politica riescono a sopravvivere indisturbati.


Technorati Tags:

19/11/07

De costibus.....

Dal sito dell'"Espresso" i guadagni mensili dell'esecutivo. Non vi sbagliate: gli importi sono il Euro, non il Lire. Lungi da fare facile demagogia, mi chiedo se questo è l'esempio che la classe politica deve dare ai cittadini i cui stipendi servono a malapena ad arrivare a fine mese. Ma se le sudano davvero queste cifre? A voi la poco ardua sentenza.

Nome e cognomeTitoloStipendio lordoDiarie e indennità parlamentari (esentasse)Stipendio ministeriale lordoIndennità integrativa ministerialeVitalizioTotale mensile lordo
Prodi RomanoPresidente del Consiglio / Deputato11703.6410041.374208.43893.99
26847.43
Letta EnricoSottosegretario Presidenza del Consiglio / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Micheli EnricoSottosegretario Presidenza del Consiglio / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71
Gobbo FabioSottosegretario Presidenza del Consiglio / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Levi Ricardo FrancoSottosegretario Presidenza del Consiglio / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86








Lanzillotta LindaMinistro Affari Regionali / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Colonnella PietroSottosegretario Affari Regionali / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Santagata GiulioMinistro Attuazione / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62








Nicolais LuigiMinistro Innovazione / Non parlamentare11269.21
4008.03851.41
16128.65
Magnolfi BeatriceSottosegretario Innovazione / Senatrice12005.957526.902438.42561.43
22532.70
Scanu G. PieroSottosegretario Innovazione / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Pollastrini BarbaraMinistro Pari Opportunità / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Linguiti DonatellaSottosegretario Pari Opportunità / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Bonino EmmaMinistro Politiche Europee / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Agostini MauroSottosegretario Politiche Europee / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04659022144.71
Budin MilosSottosegretario Politiche Europee / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71








Chiti VanninoMinistro Rapporti Parlamento / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
D'Andrea GiampaoloSottosegretario Rapporti Parlamento / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04621721771.71
Naccarato PaoloSottosegretario Rapporti Parlamento / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Bindi RosyMinistro Politiche per la Famiglia / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Acciarini ChiaraSottosegretario Politiche famiglia / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71








Melandri GiovannaMinistro Politiche Giovanili / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Lolli GiovanniSottosegretario Politiche Giovanili / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
De Paoli ElidioSottosegretario Politiche Giovanili / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04659022144.71








D'Alema MassimoMinistro Esteri / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Intini UgoSottosegretario Esteri (viceministro) / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04845524009.71
Sentinelli PatriziaSottosegretario Esteri / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71
Danieli FrancoSottosegretario Esteri / Senatore12005.957526.902438.42561.43
22532.70
Crucianelli FamianoSottosegretario Esteri / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04994725501.71
Di Santo DonatoSottosegretario Esteri / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Vernetti GianniSottosegretario Esteri / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71
Craxi VittorioSottosegretario Esteri / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Amato GiulianoMinistro Interni / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Minniti MarcoSottosegretario Interni (viceministro) / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Lucidi MarcellaSottosegretario Interni / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Rosato EttoreSottosegretario Interni / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Pajno AlessandroSottosegretario Interni / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Bonato FrancoSottosegretario Interni / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Mastella ClementeMinistro Giustizia / Senatore12005.957526.902805.62595.99
22934.46
Manconi LuigiSottosegretario Giustizia / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71
Maritati AlbertoSottosegretario Giustizia / Ex parlamentare / Senatore dimesso11269.21
3483.46802.04659022144.71
Melchiorre DanielaSottosegretario Giustizia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Scotti LuigiSottosegretario Giustizia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Li Gotti LuigiSottosegretario Giustizia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Padoa Schioppa TommasoMinistro dell'Economia / Non parlamentare11269.21
4008.03851.41
16128.65
Visco VincenzoSottosegretario Economia (viceministro) / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Pinza RobertoSottosegr. Economia (viceministro) / Ex parlamentare / Senatore dimesso11269.21
3483.46802.04938724941.71
Tononi MassimoSottosegretario Economia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Cento PaoloSottosegretario Economia / Deputato11703.649817.662438.42561.43
24521.15
Lettieri MarioSottosegretario Economia / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71
Casula AntonangeloSottosegretario Economia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Sartor NicolaSottosegretario Economia / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Bersani PierluigiMinistro Sviluppo Economico / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
D'Antoni SergioSottosegretario (viceministro) Sviluppo Economico / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Bubbico FilippoSottosegretario Sviluppo Economico / Senatore dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71
Gianni AlfonsoSottosegretario Sviluppo Economico / Ex parlamentare / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04659022144.71
Stradiotto MarcoSottosegretario Sviluppo Economico / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Damiano CesareMinistro Lavoro / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Montagnino AntonioSottosegretario Lavoro / Ex Parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71
Rinaldi RosaSottosegretario Lavoro / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Mussi FabioMinistro Università / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Modica LucianoSottosegretario Università / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Dalla Chiesa NandoSottosegretario Università / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04659022144.71








Fioroni GiuseppeMinistro Pubblica Istruzione / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Maria Letizia De TorreSottosegretario Pubblica Istruzione / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71
Bastico MariangelaSottosegretario Pubblica Istruzione / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Pascarella GaetanoSottosegretario Pubblica Istruzione / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Ferrero PaoloMinistro Solidarietà Sociale / Deputato dimesso11269.21
4008.03851.41
16128.65
Donaggio FrancaSottosegretario Solidarietà Sociale / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
De Luca CristinaSottosegretario Solidarietà Sociale / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Parisi ArturoMinistro Difesa / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Forcieri Giovanni LorenzoSottosegretario Difesa / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04845524009.71
Casula EmidioSottosegretario Difesa / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04318018734.71
Verzaschi MarcoSottosegretario Difesa / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








De Castro PaoloMinistro Politiche Agricole / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Tampieri GuidoSottosegretario Politiche Agricole / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Boco StefanoSottosegretario Politche Agricole / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Mongiello GiovanniSottosegretario Politiche Agricole / Ex Parlamentare11269.21
3483.46802.04938724941.71








Pecoraro Scanio AlfonsoMinistro Ambiente / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Piatti Giancarlo (Gianni)Sottosegretario Ambiente / Ex Parlamentare11269.21
3483.46802.04472520279.71
Dettori BrunoSottosegretario Ambiente / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Marchetti LauraSottosegretario Ambiente / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Di Pietro AntonioMinistro Infrastrutture / Deputato11703.6410041.372805.62595.99
25146.62
Capodicasa AngeloSottosegretario Infrastrutture (viceministro) / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Meduri LuigiSottosegretario Infrastrutture / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Casillo TommasoSottosegretario Infrastrutture / Non Parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Bianchi AlessandroMinistro Trasporti / Non parlamentare11269.21
4008.03851.41
16128.65
De Piccoli CesareSottosegretario Trasporti / Deputato11703.6410041.372438.42561.43
24744.86
Annunziata AndreaSottosegretario Trasporti / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Gentile RaffaeleSottosegretario Trasporti / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Turco LiviaMinistro Salute / Senatore12005.957267.992805.62595.99
22675.55
Zucchelli SerafinoSottosegretario Salute / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Gaglione AntonioSottosegretario Salute / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Patta GiampaoloSottosegretario Salute / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Rutelli FrancescoMinistro Beni Culturali / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Montecchi ElenaSottosegretario Beni Culturali / Ex parlamentare11269.21
3483.46802.04994725501.71
Andrea MarcucciSottosegretario Beni Culturali / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Danielle MazzonisSottosegretario Beni Culturali / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71








Gentiloni PaoloMinistro Comunicazioni / Deputato11703.649817.662805.62595.99
24922.91
Vimercati LuigiSottosegretario Comunicazioni / Non parlamentare11269.21
3483.46802.04
15554.71
Calò GiorgioSottosegretario Comunicazioni / Deputato dimesso11269.21
3483.46802.04
15554.71















1993547.28


Powered by ScribeFire.